Italian
Serbian

ATTIVITÀ DELLA SEZIONE ITALIANA

Nel settembre dell’anno scolastico 2004/2005 è cominciata la realizzazione del progetto dell’insegnamento bilingue, con l’iscrizione della prima classe bilingue alla nostra scuola.

Pubblicato il bando di concorso in maggio, in giugno gli studenti interessati hanno dovuto affrontare l’esame di ammissione in italiano o in francese, oltre agli esami di serbo e matematica (sostenuti da tutti gli studenti) e in base ai risultati complessivi è stata stilata una classifica dei candidati. Le modalità con cui si sono tenuti gli esami quell’anno non sono state – ad oggi – modificate. Per quanto riguarda le lingue straniere, è richiesto un livello più che elementare, per fare in modo che gli studenti siano in grado di seguire le lezioni in italiano.

Nella prima classe di quell’anno, sono stati iscritti 18 studenti che hanno seguito il 30% delle lezioni in francese e 15 studenti che – nella stessa percentuale – hanno seguito le lezioni in italiano. Avevano sei ore di lezione settimanali di lingua francese e di lingua italiana.

Oltre al Ministero dell’istruzione e dello sport, il progetto è stato appoggiato dall’Ambasciata francese e dall’Ambasciata italiana, cioè dagli Istituti di Cultura di questi due Paesi, ma anche dai Docenti della Facoltà di Filologia di Belgrado. Di conseguenza, gli allora Ambasciatori di Francia e d’Italia hanno inaugurato l’insegnamento bilingue nella biblioteca della nostra scuola.

Il Progetto è stato preparato da Ispettori del Ministero e dalla Professoressa del Dipartimento di italianistica della Facoltà di Filologia, Julijana Vuco. I docenti del nostro liceo, interessati a lavorare nella sezione bilingue, si sono messi a studiare l’italiano già dal febbraio del 2004. Nella prima classe, gli studenti hanno seguito in italiano le lezioni di storia, geografia, chimica e latino. All’inizio, le lezioni erano tenute dai professori della Facoltà di Filologia, individuati dal nostro Ministero dell’istruzione, mentre i nostri docenti “assistevano” alle lezioni, fino al momento in cui si sono “abilitati” al punto da potersi assumere l’onere dell’insegnamento nelle singole materie.

Con l’aiuto dell’Istituto Italiano di Cultura è stata arredata un’aula per l’insegnamento bilingue e nel 2008 è stata costituita una biblioteca, dedicata a studenti ed insegnanti della sezione bilingue.

Dall’anno scolastico 2006/2007 è stata organizzata una classe autonoma della sezione bilingue, nella quale circa il 40% delle lezioni viene impartito in lingua italiana.

Il 14 marzo 2017, a firma dei rispettivi Ministri degli Esteri, Serbia e Italia hanno riconosciuto ufficialmente la sezione italo-serba del Terzo Liceo. Il Progetto prevede l’insegnamento dell’italiano, suddiviso tra il docente serbo e il docente MAE, inviato dall’Italia nell’ambito della Cooperazione Culturale Internazionale, e di alcune materie non linguistiche in italiano.

In tutti questi anni i docenti di madrelingua italiana si sono impegnati nella realizzazione di numerosi progetti e sono stati collaboratori preziosi per studenti e docenti nell’acquisizione della lingua italiana.

Grazie ad essi, con l’appoggio dei nostri docenti, sono state avviate anche molte iniziative culturali come, per esempio il teatro in italiano, spettacoli, competizioni, scambi, mostre e vacanze studio in Italia.

Durante questi viaggi, abbiamo visitato molte città italiane, ci siamo affratellati con Gargnano, abbiamo organizzato lo studio dell’italiano a Roma e a Firenze, abbiamo conosciuto significativi aspetti culturali non solo di queste due città, ma anche di Trieste, Perugia, Altamura, Ancona, Sorrento e Cividale del Friuli.

Il primo scambio è stato realizzato nell’anno scolastico 2010/2011 con l’Istituto Magistrale Statale Regina Margherita di Palermo: da quel momento abbiamo realizzato con successo scambi culturali con Cividale del Friuli, (liceo Paolo Diacono), Altamura (liceo Cagnazzi), Ancona (liceo Rinaldini) e Milano (liceo Caravaggio e liceo Virgilio) e cerchiamo di coinvolgere negli scambi tutti gli studenti delle quattro classi della sezione bilingue (circa ottanta). Gli scambi comprendono il soggiorno presso una famiglia partner, la presenza alle lezioni presso la scuola partner, la conoscenza dei programmi di studi e delle modalità di insegnamento ma anche degli aspetti culturali di una città o di un’intera regione. Fare amicizie e divertirsi sono sicuramente parti integranti di ogni scambio.

Durante il ciclo scolastico i nostri studenti partecipano sia alle gare nazionali per la conoscenza dell’italiano che a quelle internazionali e ottengono generalmente posti ragguardevoli nella classifica finale. Di conseguenza hanno l’opportunità di raggiungere un alto livello di conoscenza della lingua italiana e di continuare gli studi in Italia.

Dall’inizio dell’insegnamento bilingue, la nostra scuola ha stabilito una stretta collaborazione con l’Ambasciata d’Italia e con l’Istituto Italiano di Cultura in Belgrado. Docenti e studenti della Sezione Italiana partecipano spesso alle attività e alle manifestazioni culturali da loro organizzate. I docenti hanno avuto la possibilità di frequentare corsi di lingua presso l’Istituto stesso. Fino al 2009 hanno partecipato a diversi concorsi e hanno vinto borse di studio per soggiorni in Italia e corsi mensili in Università e scuole di lingue di Siena, Perugia, Reggio Calabria, Roma e Pisa.

Non vanno dimenticati, infine, i colleghi, gli insegnanti, che per molti anni hanno fatto parte del nostro progetto, dandogli un grande contributo: Katarina Zavišin, Olimpio di Mambro, Marija Radošević, Jasna Petrović, Anzia Saccomandi,  Andrijana Kojić, Natasa Radovanović, Natasa Marković Barbi, Giovanni Rubino, Silvana Abagnale, Ana Knežević.

Nel corrente anno scolastico, i docenti nella sezione bilingue sono le insegnanti di lingua italiana Gloria Domeniconi e Jelena Gavrovic, l’insegnante di latino Natalija Milinkovic, l’insegnante di storia Biljana Mijajlovic, l’insegnante di sociologia Zorana Maticevic, l’insegnante di fisica Tanja Radisic e l’insegnante di storia dell’arte Tatjana Kojic Cehic.